Perchè la sera del Giovedì Santo si mangia la zuppa di cozze?

La zuppa di cozze è un piatto tipico della cultura partenopea e la sera del Giovedì Santo proprio non zuppa di cozze napolipuò mancare sulle tavole di molte case e di molti ristoranti della città. Come mai questo piatto è così importante la sera del Giovedì Santo?

IL motivo per il quale la zuppa di cozze è così popolare in questo giorno speciale, ha origini antiche. Infatti molto ma molto tempo fa il sovrano Ferdinando I di Borbone, amante del pesce e della buona cucina, era solito farsi preparare la zuppa di cozze, allora da lui chiamata Cozzeche dint’a Cannola.

I vizi e le prepotenze del sovrano erano però viste di cattivo occhio dal frate Gregorio Maria Rocco, il quale decise che durante la settimana santa il sovrano doveva dimenticare pasti elaborati e sofisticati e dedicarsi esclusivamente ad una cucina più semplice e povera.

Ferdinando, che non voleva fare a meno della sua portata preferita, ordinò alla servitù di preparare la zuppa di cozze, ma con ingredienti semplici quali cozze, pomodoro e olio piccante.

La notizia si diffuse nel giro di poco, tuttavia il sovrano cercò di giustificarsi e di salvare la faccia dicendo che erano state fraintese le lumache di mare con le cozze.

Da questa simpatica finestra di storia nacque l’abitudine di mangiare la sera del Giovedì Santo la famosa zuppa di cozze.